Venerdì, 22 Settembre 2017 12:46

Va de Retro Condivisione

Scritto da Carlo
Vota questo articolo
(1 Vota)

Non più tardi di ieri sera mia moglie mi stava raccontando che una sua collega è in procinto di vendere casa avendo già comprato la nuova.

Mi stava raccontando le difficoltà che sta riscontrando nella vendita - oltretutto dopo aver già comprato la nuova, e non per ultimo avendola acquistata nel fatidico 2006 – quando mi sono illuminato per una piccola, semplice frase, di quelle che ascolti-e-non-ascolti fino al momento in cui qualcosa ti colpisce particolarmente!

Mia moglie mi ha raccontato che, molto scocciata la sua amica vuole togliere il mandato di vendita all’attuale agenzia perché, successivamente ai primi insuccessi, le ha proposto un “cambio tattica” ossia, provare una condivisione con un’agenzia della zona che potrebbe avere più mercato in target.

All’amica di mia moglie questa storia della condivisone puzzava da morire! Era lì che contava le settimane che mancavano alla scadenza del mandato, per togliere subito l’autorizzazione alla vendita!
Ci mancherebbe altro! Ho dato il mandato a lui di vendere e ora loro si servono di altri? Eh no. Così non si fa proprio”.

Nella mia testa si è aperta una riflessione che non può più tornare indietro. Ma i clienti sanno che cos’è la condivisione? Perché nel dubbio, non conoscendola, la vedono come una soluzione negativa, dalla quale “scappare”?

La conclusione a cui sono arrivato è che il nostro scopo, difronte ai colloqui con i clienti, è di illustrare loro le maggiori possibilità di vendita, spiegando che non si tratta di corrispondere due provvigioni (perché intanto è questo quello che la gente pensa), ma che al contrario con una provvigione le possibilità crescono!

Non solo, le condivisioni servono anche per comprare meglio, non solo per vendere prima. I grandi portali non servono ai clienti per mostrare tutte le possibilità in vendita o in affitto nel mercato immobiliare?
Le condivisioni alla stessa maniera servono per amplificare le possibilità di manovra.

Non avevo mai riflettuto su cosa difatto arrivasse alle orecchie dei clienti, e banalmente, non mi sono mai soffermato a pensare cosa, di queste informazioni, venisse poi distorta e peggio – temuta.

Se è vero che siamo lontani anni luce dalla cultura di condivisone-americana, i clienti lo sono ancor più di noi, perciò la sensibilità che dovremmo avere nel creare una rete proficua tra agenti immobiliare dovrebbe seguire un’azione di coinvolgimento positivo con i clienti, allo scopo di creare un circolo virtuoso e non vizioso.

Altro in questa categoria: « AAA Fiducia cercasi (nel WEB)

CERCHI UN GESTIONALE MLS IMMOBILIARE GRATUITO? BORSINOCASA È LA RISPOSTA ALLE TUE ESIGENZE.
GESTISCI, CONDIVIDI E PUBBLICA ONLINE I TUOI ANNUNCI IMMOBILIARI

Screenshot di anteprima del gestionale immobiliare BorsinoCasa MLS
 

Questo sito e gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e, previo tuo consenso, di cookie di profilazione.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.