Venerdì, 03 Febbraio 2017 10:17

Clienti o consumer? Nell’immobiliare vincono i “sognatori”

Scritto da Roberto
Vota questo articolo
(1 Vota)

In un mondo sommerso di pubblicità in cui ad ogni angolo di strada simboleggia uno spot pubblicitario, in televisione ci sono reclame ogni 10 minuti, giornali e riviste sono contornati di annunci o promozioni, telefonino alla mano anche le APP sono piene di banner pubblicitari, l’uomo ha così maturato una naturale barriera per sfuggire a questo bombardamento.
Secondo un recente sondaggio, solo 2% delle persone ricorda una minima parte delle pubblicità viste negli ultimi mesi.
Questo perché le persone vengono etichettate come "Consumer", ossia coloro i quali, acquistano.

Ci sono team interi di professionisti che dedicano i loro tempo ed i loro studi a trovare nuove soluzioni per colpire l’interesse dei cosidetti “consumer”.

Particolarmente efficace è la tecnica del marketing emozionale. Lo scopo è colpire quella parte “emotiva “ognuno di noi,  che risulta essere la più incisiva nelle scelte d’acquisto.

Gli studi hanno evidenziato come, attraverso il marketing emozionale, la comunicazione utilizzata non viene percepita come tecnica diretta volta ad invogliare all’acquisto, bensì come messaggio di “cambiamento” come obiettivo dentro ognuno di noi.

Sei stanca del tuo vecchio lavoro? Il marketing emozionale non ti mostrerà mai i nuovi lavori a disposizione per te, ma ti evidenzia chi potresti diventare con un nuovo corso di formazione.
Ti fa sognare di diventare qualcun altro. Ed è questa la chiave che, secondo gli studiosi, converte di più.

E nel settore immobiliare? Ancora più facile. Tutti i sogni partono da una nuova casa!

E quindi come fare per sbaragliare l’agguerrita concorrenza del settore? Bisogna puntare sui sogni dei tuoi clienti (non i bisogni!)

Vendere una casa non significa elencare le stanze, gli arredi dell’immobile, la posizione ed i metri quadri. Questi dati sono già noti leggendo la scheda immobile.
Bisogna puntare allo stile di vita che la nuova casa potrebbe portare.



Ha il giardino? Elencate quante cene e sopratutto nuovi amici, potreste fare col vostro barbeque.
Ci sono bambini? Immaginateli qui a giocare. Non ne avete ancora ma ne vorrete? Tanto vale prendere una casa che abbia lo spazio necessario anche per loro.
Ha una stanza in più? Potreste portare avanti la vostra passione alla pittura, chissà che non ne diventi un lavoro oltre che una passione!
Ha una grande cucina? Magari nasce la voglia di sperimentare nuove ricette (anche se al giorno d’oggi non è tra i primi passatempi)
Costa un po' più del budget previsto? Potreste sempre decidere di rinunciare per un pà alle ferie estive, d’altronde chi vorrebbe andar via da questa casa, già sembra di essere in vacanza!

Seneca diceva “Ciò che il cuore conosce oggi, la testa comprenderà domani

Il marketing emozionale fonda le proprie radici sulla consapevolezza che sono le emozioni, prima di tutto, a rappresentare l’input che spinge una persona a compiere le azioni
Ecco perché risulta essere una metologia efficace e vincente, anticipa i desideri e fa sognare.

Se ti interessa conoscere una vera tecnica di marketing emozionale legata agli immobili leggi anche "Quando solo le emozioni ad aiutare i click

Roberto.
 

Pubblicazione GRATUITA nei portali

CERCHI UN GESTIONALE MLS IMMOBILIARE GRATUITO? BORSINOCASA È LA RISPOSTA ALLE TUE ESIGENZE.
GESTISCI, CONDIVIDI E PUBBLICA ONLINE I TUOI ANNUNCI IMMOBILIARI

Screenshot di anteprima del gestionale immobiliare BorsinoCasa MLS
 

Questo sito e gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e, previo tuo consenso, di cookie di profilazione.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.